Amarena&vaniglia



CHIUNQUE PUO' CUCINARE, MA SOLO GLI INTREPIDI POSSONO DIVENTARE DEI GRANDI!
Visualizzazione post con etichetta dolci. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci. Mostra tutti i post

Pubblicato il 13 maggio 2017e aggiornato il

CAKE OF CHERRY



Ingredienti

270 g. farina PETRA 5
30 g. cacao amaro
8 g. mix cremore di tartaro e bicarbonato
4 uova intere
200 g. zucchero+50 g. per le ciliege
100 g. olio di riso
140 g.sciroppo di ciliege
50 g. latte
300 g. ciliege

Procedimento

Mettere le ciliege snocciolate in un pentolino con lo zucchero, cuocere per 10 minuti circa,  colare lo sciroppo e mettere da parte. Montare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata con il cacao e il lievito, alternando con olio di riso e sciroppo di ciliege, unire il latte, amalgamare bene il composto ed aggiungere le ciliege. Imburrare uno stampo a piacere, versare il composto, cuocere in forno preriscaldato a 200 per 10 minuti,, a 180° per 20 minuti circa, fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare, spolverizzare con zucchero a velo e decorare con le ciliege.




Pubblicato il 10 maggio 2017e aggiornato il

CIAMBELLA AL Tè AI FRUTTI DI BOSCO




ingredienti

300 g.farina Petra 5
200 g.zucchero di canna
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di mix di cremore di tartaro e bicarbonato
4 tuorli + 6 albumi
200 ml di tè ai frutti di bosco
130 ml di olio di riso
poche gocce di aroma biscotto

procedimento



1
In una ciotola grande setacciare la farina con il lievito e il sale, aggiungere lo zucchero di canna, versare al centro i tuorli, l'olio di riso e il tè tiepido lasciato in infusione per 10 minuti circa, mescolare bene facendo amalgamare bene tutti gli ingredienti. Montare gli albumi a neve ferma con qualche goccia di limone, versare all'impasto poco per volta, aggiungere l'aroma biscotto. Versare in una teglia imburrata, cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti circa, fare la prova stecchino. Sfornare e lasciare raffreddare, spolverizzare con zucchero a velo.

Pubblicato il 7 maggio 2017e aggiornato il

NUVOLA


Ingredienti

PER IL PAN DI SPAGNA

6 uova
210 g. farina Petra 5
180 g. zucchero
buccia di limone grattugiato

Procedimento

Montare le uova con lo zucchero per 15 minuti circa fino a che il composto non scriva, aggiungere la farina setacciata con  la buccia di limone poco per volta, lavorando con la spatola dal basso verso l'alto per non smontare il composto. Versare in una teglia alta 20 cm e diametro 20 imburrata e foderata con carta forno, cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti circa, la cottura dipende dal forno, fare la prova stecchino.


Crema pasticcera
 700 ml latte intero
7 tuorli
140 g. Zucchero
60 g. amido
1 bacca di vaniglia



Preparazione per la crema

Montare i tuorli con lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia, aggiungere l'amido di mais, nel frattempo mettere a bollire il latte con la bacca di vaniglia svuotata. Raggiunto il bollore spegnere, filtrare il latte, aggiungere la montata di uova. Riaccendere il fuoco e girare con una frusta fino a che la crema non raggiunge la giusta consistenza. Coprire con la pellicola, lasciare raffreddare.

Crema Chantilly

500 g. crema pasticcera
500 g. panna vegetale Nobile

Assemblare la torta e decorare con la panna montata e granella di cioccolato fondente.


,

Pubblicato il 1 maggio 2017e aggiornato il

CIAMBELLA CIOCCOLATO BIANCO E AMARENE

Ingredienti

400 g. farina 0
4 uova intere + 2 tuorli
200 g. zucchero
140 g. acqua + 60 g. latte scremato
150 g. olio di riso
100 g. cioccolato bianco grattugiato
3 cucchiaini di Mix cremore di tartaro e bicarbonato
20 amarene

Procedimento

Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere poco per volta la farina setacciata con il lievito alternando con acqua + latte e olio di riso, amalgamare bene il composto. Unire il cioccolato bianco grattugiato, aggiungere gli albumi montati a neve poco per volta. Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato, aggiungere le amarene sciroppate, cuocere in forno preriscaldato a 180° con la funzione Aria calda Circo Therm. Spolverizzare con zucchero a velo.







Pubblicato il 25 aprile 2017e aggiornato il

COCONUT CAKE

Ingredienti

200 g. farina macinata a pietra
2 cucchiaini mix di bicarbonato e cremore di tartaro
150 g. farina di cocco
100 g. cioccolato bianco grattugiato
180 g. zucchero
4 uova
140 g. acqua
140 g.olio di riso
1 cucchiaino di aroma vaniglia

Procedimento

Montare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata con il lievito alternando con l'acqua, unire l'olio di riso, amalgamare bene il composto. aggiungere la farina di cocco, il cioccolato bianco grattugiato e il cucchiaino di aroma vaniglia. Imburrare lo stampo, io ho utilizzato uno stampo NORDIC WARE, cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40/45 minuti circa, fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare la torta e spolverizzare con zucchero a velo.




Pubblicato il 1 marzo 2015e aggiornato il

PANCAKE

 Ingredienti
2 uova
1 cucchiaio colmo di zucchero
semi di vaniglia
250 ml. latte scremato
3 cucchiai olio di riso
200 g. farina 0
1/2 cucchiaino di sale
10 g. MIX di cremore di tartaro e bicarbonato

Procedimento

Separare i tuorli dagli albumi, aggiungere lo zucchero ai tuorli. montare con le fruste. Aggiungere il sale e il lievito alla farina, mischiare bene, mettere nel setaccio e mettere da parte. Mixare il latte con l'olio, aggiungere alla montata di tuorli alternando con la farina setacciata. Aggiungere gli albumi montati a neve ferma poco per volta con la spatola, dal basso verso l'alto facendo attenzione a non smontare l'impasto. Cuocere in una padella antiaderente grande, ben riscaldata, ungere solo una volta con un po di burro, con un mestolo piccolo prendere una parte d'impasto e metterlo al centro della padella, girare quando comincia a fare le bollicine in superficie.
Devono essere dorati. Farcire a piacere, ho farcito sia con la nocciolata di RIGONI DI
ASIAGO, che con sciroppo d'acero.

Pubblicato il 20 febbraio 2014e aggiornato il

Three Hole Cake Chocolate e Lamponi





Secondo alcune fonti la torta risale agli anni della Grande Depressione, a seguito della crisi del '29 che gettò sul lastrico il mondo intero. Altri invece la fanno coincidere agli anni della Prima Guerra Mondiale, altri ancora all'epoca dei pionieri e delle carovane alla conquista del selvaggio West. Questo dolce è fatto con ingredienti semplici, vista la crisi dell'epoca non era possibile reperire e comprare ingredienti come il burro, le uova e il latte perchè molto costosi. Veniva impastata e cotta nella stesso stampo.





Ingredienti

260 g. farina 00
40 g. cacao amaro
150 g. zucchero
1 cucchiaino bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
5 cucchiai di olio di riso
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di aceto di mele
200 ml di acqua

Procedimento

In una ciotola mettere la farina, il cacao, il bicarbonato, lo zucchero e il sale fino, mescolare bene gli ingredienti con una frusta a mano, setacciare il tutto. Livellare gli ingredienti secchi, fare tre buchi uno più grande, uno medio e uno piccolo. In quello più grande versare l'olio, nel piccolo le gocce di vaniglia e nel medio il cucchiaio di aceto, versare velocemente l'acqua tutta in una volta. Mescolare con la frusta a mano per pochi secondi, versare in uno stampo a piacere foderato di carta forno oppure ungere lo stampo. Livellare e cuocere in forno preriscaldato a 180°per 30 minuti circa.
La torta deve rimanere lucida, se diventa opaca è troppo cotta. Lasciare a riposare ancora pochi minuti nel forno spento, sfornare e dopo 5 minuti togliere dallo stampo. Spolverizzare con un mix di zucchero a velo e lamponi essiccati. Con un cutter a forma di cuore incidere il centro della torta, togliere la crosta e riempire il cuore con lampone essiccato e polverizzato.








..................Ingredienti:
260 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
40 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o vanillina)
1 cucchiaio di aceto di mele ( o bianco)
5 cucchiai di olio di semi
200 ml di acqua.....







Ingredienti:
260 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
40 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o vanillina)
1 cucchiaio di aceto di mele ( o bianco)
5 cucchiai di olio di semi
200 ml di acqua


Ingredienti:
260 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
40 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o vanillina)
1 cucchiaio di aceto di mele ( o bianco)
5 cucchiai di olio di semi
200 ml di acqua


Ingredienti:
260 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
40 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o vanillina)
1 cucchiaio di aceto di mele ( o bianco)
5 cucchiai di olio di semi
200 ml di acqua
Ingredienti:




260 g di farina 00
180 g di zucchero semolato
40 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o vanillina)
1 cucchiaio di aceto di mele ( o bianco)
5 cucchiai di olio di semi
200 ml di acqua

Pubblicato il 16 aprile 2013e aggiornato il

Tarte con crema pasticcera e geleè di fragole



Ingredienti 

Per la pasta frolla (Santin)

500 g. farina 00
50 g. farina di mandorle
1/2 cucchiaino sale
140 g. zucchero a velo
2 uova
285 g. burro
1/2 bacca di vaniglia

Per la crema pasticcera
500 ml. latte
130 g. zucchero 
40 g. farina 00
6 tuorli
1/2 bacca di vaniglia

Per la geleè di fragole

300 g. fragole
30 g. glucosio
4 fogli di gelatina
150 g. zucchero

Procedimento

Setacciare 250 g. di farina nella planetaria,aggiungere il sale, lo zucchero, il burro a pezzetti, i semini della bacca di vaniglia, le uova e la farina di mandorle. Lavorare a minimo con la frusta K fino a ottenere un composto omogeneo, aggiungere poco per volta la rimanente farina setacciata, lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo. Formare un panetto, avvolgere nella pellicola, mettere in frigo a riposare per 12 ore.

Per la crema pasticcera

Mettere il latte con la bacca di vaniglia  in una casseruola, portare al bollore.
In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero e i semini di vaniglia fino a ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungere la farina setacciata mescolando rapidamente. Filtrare il latte e versarlo sui tuorli, mescolando delicatamente, rimettere la crema sul fuoco mescolando con la frusta fino alla cottura della crema.Travasare  in una ciotola, coprire con la pellicola a contatto con la crema per evitare la formazione della pellicina. Lasciare raffreddare e farcire il dolce.

 Per la geleè

Frullare le fragole, aggiungere lo zucchero e il glucosio, ammollare la gelatina in acqua fredda. Mettere un parte delle fragole frullate in una ciotola, riscaldare pochi secondi nel MO, aggiungere la gelatina, appena sciolta unire alla rimanente purea di fragole. Versare la geleè in uno stampo di silicone, mettere in freezer per 2-3 ore circa.

Preparazione del dolce
Sformare la tarte dallo stampo, lasciare raffreddare, versare la crema pasticcera e livellare con una spatola, mettere il disco di geleè sulla crema. Mettere la rimanente crema nella sac a poche, decorare con la crema e fragoline di bosco.




Pubblicato il 24 marzo 2013e aggiornato il

Pubblicato il 11 febbraio 2013e aggiornato il

CHIACCHIERE

Ingredienti

450 g. farina 00
1 pizzico di sale
80 g. zucchero Zefiro
3 uova 
80 g. burro fuso
1 cucchiaio di marsala
buccia d'arancia grattugiata





Preparazione
Setacciare la farina, mettere nella planetaria, aggiungere lo zucchero, il pizzico di sale, le uova, il burro fuso, il cucchiaio di marsala e la buccia d'arancia. lavorare con il gancio a vel. 2 per 5 minuti circa.
Lavorare ancora l'impasto con le mani, avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per 1 ora. Stendere la la pasta molto sottile e fare le varie forme. 
Scaldare abbondante olio di mais a 170°-180° friggere le chiacchiere poco per volta, quando sono ben dorate scolare con la schiumarola, mettere in un vassoio con carta assorbente. Spolverizzare con zucchero a velo.



Pubblicato il 21 dicembre 2012e aggiornato il

Cantucci di natale

Ingredienti
500 g. farina con lievito
350 g. zucchero 
2 g. sale
semi di 1/2 bacca di vaniglia
4 uova
50 g. burro morbido
1 cucchiaio di pasta di pistacchio di Bronte
200 g. di mandorle 
100 g. pistacchi spellati


Preparazione
 Nella ciotola della planetaria, utilizzando il gancio,mettere la farina, lo zucchero
il sale, i semi di vaniglia,le uova e il burro,azionare la planetaria e impastare fino a che gli
ingredienti non si mescolano bene. Aggiungere la pasta di pistacchio, lavorare  ancora
e infine unire le mandorle e i pistacchi. Mettere l'impasto sulla spianatoia e formare dei
rotoli di 3-4 cm. spennellare con l'uovo e spolverizzare con lo zucchero, mettere in forno
per 20 minuti a 180°. Trascorso il tempo sfornarli, farli raffreddare e tagliarli a bastoncini
in diagonale, rimetterli in forno e farli tostare a 180° per 6-7 minuti circa.


Pubblicato il 10 dicembre 2012e aggiornato il

Panettone soffice

Ingredienti
450 g. farina 00
6 uova
300 g. zucchero
1/2 bacca di vaniglia
1 bicchiere grande di olio di mais
1 bicchiere di latte
10 g. lievito per dolci
5 g. sale
5 gocce di olio essenziale di limone

Preparazione
Montare le uova con lo zucchero, il sale, i semi di vaniglia e l'aroma al limone.
Aggiungere l'olio e il latte, mescolare, unire la farina setacciata con il lievito,
mescolare con una spatola. Montare gli albumi e incorporarli al composto, 
lavorando con la spatola dal basso verso l'alto facendo attenzione a non
smontare il tutto.Versare in uno stampo a piacere, cuocere in forno preriscaldato
a 180° per 50 minuti circa. Togliere dal forno, lasciare riposare per 10 minuti prima 
di sformare, spolverizzare con zucchero a velo.


Pubblicato il 25 maggio 2012e aggiornato il

Ciambella al pistacchio

Ingredienti
200 g. albumi
1 pizzico di sale
150 g. zucchero
300 g. farina con lievito
50 g. pistacchio di Bronte ridotto in polvere
1/2 bicchiere di latte
1/2 bicchiere olio di mais
1 cucchiaio pasta di pistacchio

Preparazione
Montare gli albumi con il sale e lo zucchero, incorporare la farina setacciata poco per volta mescolando dal basso verso l'alto, aggiungere il pistacchio in polvere, il latte, l'olio di mais e alla fine il cucchiaio di pasta di pistacchio. Versare il composto in uno stampo a ciambella in silicone, mettere in forno preriscaldato a 180° per 40-50 minuti circa, dipende dal forno. Lasciare raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo, decorare con pistacchi e pasta di pistacchio.




Pubblicato il 28 febbraio 2012e aggiornato il

Sfogliatelle frolle napoletane

Non ci sono molti dubbi: la sfogliatella è nata in convento e cresciuta a via Toledo, la strada del passeggio borghese nell’800. La ricetta di questo dolce creativo di città viene elaborata in Costiera Amalfitana, nello splendido convento di Santa Rosa, lungo la strada che da Amalfi si inerpica verso il cielo tra le gole e gli anfratti di Furore. Qui, come in tutta la Terra delle Sirene, è lievitata la tradizione della pasticceria in odore di santità come nel caso della melanzana con la cioccolata o degli infusi come il nocillo e il limoncello preparati dalle monache che li commercializzavano per procurarsi reddito. Già, perchè al netto del tempo dedicato alla preghiera e alla contemplazione della spettacolare natura di questi luoghi, le suore di clausura curavano orto e vigna per poter essere autosufficienti e ridurre al minimo i contatti con l’esterno sempre ricco occasioni per peccare. Narra la leggenda che in un anno imprecisato del XVII secolo la suora addetta alla cucina si accorse che era avanzata un po’ di semola cotta nel latte. Ebbe l’idea di aggiungere un po’ di frutta secca, zucchero e di limoncello sistemando la farcia tra due sfoglie ammorbidite con lo strutto, il principale grasso della Costiera sino al moderno arrivo dell’olio d’oliva, e un po’ di vino bianco dando al dolce la forma di un cappuccio di monaco.
Si dice che questo dolce delicato, religioso, non eccessivo in nulla, giocato sulla doppia consistenza della sfoglia e del ripieno sempre in equilibrio fragile fra loro, fosse immediatamente commercializzato in zona, almeno sino al 1818, quando Pasquale Pintauro, titolare di una osteria a via Toledo, di fronte a Santa Brigida, entrò in possesso della ricetta. Fu una illuminazione commerciale, l’osteria fu immediatamente convertita in pasticceria con una leggera variazione sul tema per vendere più facilmente il dolce adeguando ai gusti del tempo: tolta la protuberanza a forma di cappuccio, la sfogliatella diventa quasi una conchiglia dallo stile rococò. Oggi due sono le basiliche dove si celebra il rito della sfogliatella: Pintauro a via Toledo come duecento anni fa e Attanasio vicino la stazione in una traversa di piazza Garibaldi. 


Ingredienti

Per la pasta frolla

500 gr. farina 00
150 gr. zucchero 
1 presa di sale
1 vanillina
poche gocce di miele
200 gr. burro  o sugna
100 ml. acqua
1 tuorlo per spennellare




Per il ripieno
1/2 lt. latte
50 gr. burro
200 gr. semola rimacinata
450 gr. ricotta di pecora
250 gr. zucchero  ZEFIRO
1 uovo+1 tuorlo
poche gocce di olio di cannella
buccia grattugiata di limone e arancia
poche gocce di essenza cannella e fiori d'arancio
a piacere scorzette d'arancio


 Procedimento

Preparare  la pasta frolla senza maltrattarla troppo, avvolgere l'impasto a palla
nella pellicola, meglio prepararlo il giorno prima, mettere in frigo a riposare.
Mettere la pentola con il latte sul fuoco, far sciogliere i burro, aggiungere la semola
rimacinata poco per volta, far addensare a crema. Normalmente si cuoce il giorno
prima e si pone in frigo.
Il giorno dopo in una ciotola grande montare le uova con lo zucchero, aggiungere la
ricotta setacciata, la buccia di limone e arancia grattugiata, essenza di cannella e fiori d'arancio.
Aggiungere l'impasto di semola poco per volta, dopo setacciare il tutto.
Mettere in frigo a riposare per un ora circa.

Preparare gli ovali di P. frolla.

Stendere la P. frolla, formare degli ovali, mettere al centro un cucchiaio abbondante di 
farcia, ripiegare su se stesso,  sigillare un po sui laterali, rifilare con un tagliapasta tondo,
facendo attenzione a non rifilare la parte piegata. Spennellare con il tuorlo d'uovo con l'aggiunta
di poche gocce di latte. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20/25 minuti circa.
Spolverizzare con zucchero a velo.


Per le sfogliatelle alla nutella  basta aggiungere la nutella alla farcia.

 Con questa dose vengono circa 25 sfogliatelle


















Pubblicato il 19 febbraio 2012e aggiornato il

Torta pere e ricotta


Ingredienti
4 uova
6 albumi
1 pizzico di sale
250 gr. farina 00
150 gr. mandorle tritate a farina
1 vanillina
1/2 bicchiere  olio di mais
1/2 bicchiere di latte
250 gr. ricotta
succo caramellato delle pere
1 lievito per dolci   S.MARTINO
4 pere grandi Kaiser
succo di limone

Per caramellare le pere
1 noce di burro
3 cucchiai di zucchero di canna

Procedimento
Sbucciare le pere e tagliarle a fette, metterle in un recipiente con acqua e limone.
Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungere l'olio di mais e le
mandorle tritate .  Setacciare la ricotta e unirla al composto, aggiungere la farina 
alternando con il latte, montare gli albumi a neve ferma e unirli all'impasto
 delicatamente lavorando con una spatola dal basso verso l'alto facendo attenzione 
a non smontare il tutto, aggiungere il lievito setacciato. Caramellare le pere con la
noce di burro e lo zucchero di canna a fuoco moderato per 5 minuti circa, aggiungerle
 all'impasto. Versare nello stampo in silicone SILIKOMART o in una teglia a piacere. Cuocere in forno
 preriscaldato a 180° per 40-50 minuti circa, fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare
togliere dallo stampo e spolverirzzare con zucchero a velo e cacao.

Pubblicato il 26 gennaio 2012e aggiornato il

Chiffon Cake al Pistacchio

Ingredienti

350 gr.farina 00  Rosignolimolini
300 gr.zucchero zefiro
7 uova grandi+1 albume
190 ml acqua
130 ml olio semi mais
1 bustina di lievito x dolci
8 gr. cremore tartaro
1 pizzico di sale
2 cucchiai rasi di pasta di pistacchio di Bronte
1 vanillina
granella di pistacchio


Procedimento


Riscaldare il forno a 160°,in una grossa ciotola mettere:la farina,zucchero,lievito,vanillina e sale setacciati,mescolare bene,
fare un buco al centro e unire zenza amalgamare:olio,acqua e
tuorli,lasciare cosi. A parte montare gli albumi a neve tipo meringa con il cremore di tartaro e un pizzico di sale. Riprendere l'insieme degli altri ingredienti e amalgamare con lo sbattitore fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo,a questo punto uniamo i 2
cucchiai di pasta di pistacchio, amalgamare bene il tutto. Aggiungere in 3 tempi gli albumi al composto delicatamente.Versare tutto nello stampo originale o in un altra ciambelliera senza IMBURRARE.Cuocere sul ripiano inferiore un pò rialzato,a160° x 50 minuti,a 175° x 10 minuti.Terminata la cottura,spegnere il forno e lasciare il dolce a riposare per 10 minuti.
 Capovolgere lo stampo e lasciare raffreddare e con una spatola staccare dalle pareti e capovolgere sul vassoio. Spalmare sul dolce uno strato sottile di pasta di pistacchio, spolverizzare con zucchero
 a velo, decorare con granella di zucchero e pistacchio e pistacchi interi.



Pubblicato il 27 dicembre 2011e aggiornato il

Cassata siciliana


Ingredienti


Per il PDS
6 uova 
180 gr. zucchero
1 pizzico di sale
200 gr. farina 00
Per il procedimento QUI

Per la crema di ricotta
500 gr. ricotta
zucchero a velo q.b
1 bicchierino di maraschino
gocce di cioccolato a occhio

Per il marzapane

150 gr. mandorle pelate ridotte in polvere
100 gr. zucchero a velo
40 g. glucosio
colorante verde q.b

Per la glassa
200 gr. zucchero a velo 
1/2 albume pastorizzato
1 cucchiaio di glucosio
gocce di limone

Per la bagna
acqua q.b 
zucchero q.b
maraschino q.b

Procedimento
Setacciare la ricotta con un passino a maglia fine per 2 volte, aggiungere lo zucchero a velo  fino a che non si sente più il sapore della ricotta, amalgamare bene il composto, aggiungere il maraschino
e le gocce di cioccolato. Lasciar riposare la crema in frigo minimo 5/6 ore, si può preparare  anchela sera prima. Dividere il PDS in due, foderare una teglia con la pellicola, mettere intorno alla teglia un bordo di marzapane, mettere il disco di PDS, spruzzare con lo sciroppo di maraschino, mettere la farcia e livellare  bene, coprire con l'altro disco di PDS e spruzzare con lo sciroppo. Coprire la teglia con un piatto piano e mettere in frigo per alcune ore. Tirare la cassata dal frigo, rivoltarla su un vassoio, glassare la superficie superiore della torta, lisciare con la spatola.  Decorare con la frutta  candita.
Posate BROGGI



Pubblicato il 9 dicembre 2011e aggiornato il

Caprese (S.MARTINO)

Preparato per torte  S.MARTINO


Versare il preparato in una terrina, aggiungere 3 uova, io ne ho aggiunto 4,
150 gr. di burro. Mescolare il composto con lo sbattitore elettrico per 2
minuti sino ad ottenere una pasta morbida ed omogenea. Io ho aggiunto anche
150 gr. di mandorle e 100 gr. di pistacchio ridotto in polvere. Versare il composto
 nella tortiera per 40 minuti circa a 180°. Togliere dal forno, far riposare per 10 minuti,
 levare dalla tortiera e spolverizzare con zucchero a velo.



Cioccolata calda fondente (S.MARTINO)

Versare il contenuto di una busta  di cioccolato fondente al 70% 
S.MARTINO  in un piccolo recipiente.
Aggiungere molto lentamente, mescolando, una tazza di
latte. Far bollire a fuoco moderato, continuando a mescolare,
per pochi secondi. La cioccolata è pronta per essere servita.
Buonissimaaaaa.....


Pubblicato il 21 novembre 2011e aggiornato il

Torte in pdz





Gli ingredienti per il pan di spagna sono sempre gli stessi delle 
altre torte, ho cambiato solo la farina, ho usato la farina 00 del

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails